martedì 23 luglio 2013

Il giardino dei Tarocchi

Questo è un posto magico, bellissimo, carico di sensazioni.
Ho avuto una illuminazione il pomeriggio, dopo pranzo. Anita doveva dormire e non voleva farlo, l'unico modo era metterla in macchina e girare. Allora perché non andare a vedere questo "giardino" che è vicino a casa della mia mamma ma che non ho mai visitato?
 Ero preoccupata, erano le quattro del pomeriggio, faceva molto caldo, invece il giardino è su una collina, ben arieggiato, pieno di bambini che giocano e corrono tra gli specchi colorati.
 E' come se tutti i loro sogni si fossero materializzati. Ho avuto anche io la stessa impressione. Niki de Saint Phalle ha creato queste sculture-architetture piene di fascino, ispirata da uno dei miei architetti preferiti: Antoni Gaudì.
 Anita era al settimo cielo.


 Anche io vorrei provare a dormire anche solo una notte in una casa scintillante.
Le informazioni per raggiungerlo e visitarlo si trovano tutte nel sito, è importante sapere che è aperto pochi mesi durante l'anno e solo nel pomeriggio.
Consiglio a tutti un viaggio nella fantasia in questo posto incredibile.

Nessun commento:

Posta un commento