sabato 16 marzo 2013

Tanto per dire.

Una cosa terribile, la maggior parte di noi pensa di non essere un qualunquista, ma prima o poi tutti diciamo o pensiamo cose qualunquiste.
Però c'è peccato e peccato.
Secondo me ci sono certi temi che stimolano la riflessione, si può essere qualunquisti sul tempo, sul traffico, sulle scelte politiche, ma proprio non ci possiamo permettere di esserlo su temi etici.
E ci sono delle persone che proprio ti sorprendono, quelle che proprio mai diresti che lo farebbero, che hanno studiato, che vivono la vita in modo consapevole, che scelgono il partito che votano perché li rappresenta, che fanno la guerra alle cose ingiuste, che elogiano la libertà di scelta e l'uguaglianza tra i popoli. Ecco queste persone, che non dovrebbero aprire bocca e dare fiato, a volte lo fanno, ed è più terribile che se a farlo fossero quelle dalle quali te lo aspetti.
Io credo che la libertà di scelta sia una cosa fondamentale, su tutto, davvero...se non si lede la libertà degli altri per me si può fare di tutto.
Oggi ho sentito questa frase: "Se non può avere un figlio, lo adotti!".
Ora, io provo a capire che è sabato pomeriggio, che sei a passeggio con la famiglia, c'è il sole e incontri persone in giro e fai quelle quattro chiacchiere giusto per rilassarti, ma su certi temi, a me profondamente cari, non riesco a perdonare.
Non riesco a perdonare che una donna (già madre) giudichi la scelta di un'altra donna (non ancora madre). Io capisco che la decisione di ricorrere alla fecondazione assistita può essere presa in un modo che non ti piace, che la coppia di cui si parla abbia dei grossi problemi, che la donna in questione sia una persona che non ti piace, ma lei ha fatto una scelta, importante, dolorosa, e se per lei quella è la strada da battere, chi sei tu per dire che dovrebbe intraprenderne un'altra?
Perché una donna deve poter scegliere di non portare avanti una gravidanza, sacrosanto diritto conquistato con il sudore, e non può scegliere se provare a tutti costi ad averne una?
Questo mi sconcerta di certe persone.
Se mi fossi messa lì a spiegarle come si sente questa ragazza, cosa prova, a cosa pensa tutte le sere che si mette nel letto ed è sola con i suoi pensieri, tutte le volte che vede un bambino, tutte le volte che vede una donna felicemente incinta, un passeggino, un negozio di vestiti per bambini, il reparto in farmacia di pappine e ciucci...eccetera eccetera, forse allora avrebbe capito.
Avrebbe capito che, per quanto terribile sia la persona di cui stiamo parlando, per quando stupido possa essere il suo modo di comunicare una cosa così importante ad amici e colleghi, per quanto piatta sia la vita della sua coppia e allucinante la sua situazione familiare, è una donna che ha fatto una scelta d'amore.
Io vorrei davvero che tutti stessimo attentissimi quando si parla di temi delicati, personali e intimi, perché si rischia di usare frasi prefabbricate, quelle che si sentono spesso e che a volte ci escono di bocca "tanto per dire", tanto per parlare di qualcosa che non si conosce, ma dove si vuole avere per forza un'opinione. Allora si prende l'opinione del "sentito dire", si prende in prestito una frase che abbiamo sentito spesso e che ci è rimasta nella testa, ma che ci inibisce di pensare a quello di cui stiamo parlando.
Meglio dire di non avere opinioni che avere quella del "tanto per dire".

martedì 12 marzo 2013

Marzo pazzo

Dai, sì, lo ammetto, non ne posso proprio più di questo inverno...
Siamo passati di virus in virus, li abbiamo provati proprio tutti, anche quello della febbre alta che dura 10 giorni.
Abbiamo cercato di "ammazzare" il tempo in qualche modo, ma siamo stati davvero troppo tempo chiusi in casa. Nei momenti peggiori l'unica cosa che distendeva gli animi era Mary Poppins, rigorosamente in inglese.
 
Eppure dei segnali che la primavera sta arrivando c'erano. Le orchidee stanno fiorendo, piano piano due di loro mi hanno fatto scoprire di che colore erano.
 Anche se fuori il tempo era veramente terribile. Perché scrivo era? E' veramente terribile.
Solo una domenica siamo riusciti a godere di un bel sole tiepido, il lunedì era ancora primavera, ma poi si sono susseguiti 10 giorni veramente orribili.
 
Al Campucc10 sono arrivati nuovi amici, questo insieme a Giorgio è Luìs, un ragazzo portoghese che sta girando il mondo disegnando, questo è il suo sito: www.worldsketchingtour.com
Abbiamo fatto le nostre elezioni interne...
 Siamo stati a casa di nuovi amici di Anita...
 Poi però nell'ultimo week end siamo stati obbligati a stare al chiuso, a trastullarci con giochi colorati e a pagamento (!!!).
 Ho comprato un banano, giusto perché arriva la primavera ed io desidero comprare delle piante, per di più tropicali.
 Ma la primavera non arriva...Piove continuamente e l'Arno è sempre più in piena.
 C'è chi si diverte nonostante tutto...con gli stivali rosa si può saltare nelle pozzanghere.
Oggi un po' di sole però è arrivato. La riunione del Campucc10 si è tenuta a casa di Giorgio, con un menù degno di un ristorante: pasta alla veneta, buonissima! Come sempre chi cucina sono gli uomini!
 
Ah, dimenticavo! Finalmente ho rivisto la luce, sono arrivati gli occhiali, ci vedo!!!!