lunedì 26 marzo 2012

Altro giro di virus

La settimana era cominciata bene, abbiamo tenuto un ritmo un po' stancante, cene fuori e tanti giochi, ma tutto filava. Certo, c'è sempre un raffreddore latente, la tosse che ci ha accompagnato in tutte le notti passate, ma andava tutto bene.
 Abbiamo fatto delle ottime merende al parco, dove Anita si dilettava ad imitare gli antichi romani che si dice mangiassero sdraiati (o anche questa è una leggenda metropolitana degli anni '80?).
 E poi, giovedì, felicissime siamo partite per il mare, il babbo ci avrebbe raggiunte il sabato.
I segni della primavera si vedono dovunque, questo gattone non si è spostato di un millimetro quando ci siamo avvicinate, lui stava prendendo il sole e nessuno poteva disturbarlo! Ci saranno stati 25 gradi, sinceramente non so come faceva a stare al sole con tutto quel pelo. Si sa che i gatti sono freddolosi, è che io ho un esemplare a casa che invece ha sempre caldo!
 Poi giovedì sera un nuovo virus ci ha attaccato, Anita ha vomitato fino a venerdì, poi una suppostina miracolosa e le coccole della nonna piano piano l'hanno rimessa in sesto. Ma ci siamo giocate i due giorni di mare pieni che mi ero prefissata. Niente sabbia nelle scarpe, niente iodio a pieni polmoni, insomma, niente secchiello e paletta, il primo della stagione. Ci tocca aspettare, porca paletta!
Speriamo che ora basti. All'asilo intanto c'è un'epidemia di scarlattina, persino il pediatra mi ha detto che a quest'età (poco più che duenni) è difficile contrarla, ma pare che da noi vada per la maggiore. Domani la mando o non la mando? Questo è il problema.
Domenica abbiamo festeggiato il compleanno della mia nonnina, nonna Ada, ha compiuto 90 anni, mi sembra incredibile, AUGURI NONNA!!!
Domenica Anita stava bene, siamo tornati e stamattina ho approfittato della nostra dolcissima Melissa e sono riuscita a fare una corsa all'"Atelier" per FINIRE LA MIA PRIMA CREAZIONE! Peccato che l'ho pensata per la camera di Anita... Niccolò non fa che dirlo, devo smettere di vedere delle cose, pensare a come farle, a come dare loro una nuova vita, ma vederle solo a casa nostra! Questo è un mio limite, devo superarlo. Uff...

mercoledì 21 marzo 2012

La primavera

Che bello, oggi è il primo giorno di primavera, sul calendario, perché già da qualche giorno l'aria è diversa, gli alberi sono in fiore e al sole fa caldo.
Ieri mattina mentre andavamo all'asilo, Anita mi dice: "Mamma, dove sono gli alberi rosa?".
Mi è sembrato così bello...

lunedì 19 marzo 2012

Nuova settimana.

Non siamo andati al mare, eh no...ma a Firenze siamo stati bene, anche se un po' di iodio e la sabbia nelle scarpe sono sempre cose piacevoli.
Io finalmente mi sono rimessa, ho passato una settimana infernale, con un super virus intestinale che mi ha fatto penare.
Non è che sabato fossi proprio al top della forma fisica, ma abbiamo provato comunque a uscire. Siamo andati alla Cooperativa di Legnaia che è un supermercato a km zero, un bellissimo vivaio e ha degli animali. Noi da bravi genitori sconsiderati non abbiamo comprato niente da dare da mangiare agli animali e Anita correva nel pratino a strappare l'erba da dare alla mucca e alle caprette. 

 Poi abbiamo pranzato in Santo Spirito. Anita si è messa a sedere di fronte alla chiesa e non se ne voleva più andare!
Oggi sono tornata, dopo la settimana terribile, al laboratorio, per continuare a lavorare.
 Per fortuna c'è qualcuno che in questa settimana è venuto e ha dato un po' di calore al posto. Qualche piantina grassa qua e la, libri e luci.
 E anche un bel mazzo di rami primaverili...che bella la primavera!

lunedì 12 marzo 2012

Natura, vernici, smalti e pannolini!

Questo fine settimana è stato proprio bello. Sabato abbiamo fatto un bel pic-nic e, nonostante il vento, siamo stati davvero bene e abbiamo preso anche un po' di sole.
Domenica abbiamo pranzato in un'osteria su Monte Morello, insieme ad altri amici, altri bambini e con un bellissimo sole.
 
Poi siamo passati dal paradiso all'inferno. Io dovevo comprare delle vernici e ho approfittato della vicinanza con un centro commerciale e siamo entrati! Aiutooooo
La domenica pomeriggio è strapieno di gente. Ho comprato le vernici e siamo scappati a casa.
Stamattina sono uscita di casa per portare Anita all'asilo senza pannolino!! Ci avevo provato qualche mese fa, ma per colpa del freddo, dei vari virus e dell'imminente "spoppamento" avevo rimandato, sbagliando, lei era pronta anche qualche mese fa!
Oggi è stata tutto il giorno senza pannolino e non si è mai fatta la pipì addosso! Il pomeriggio ha fatto un bel sonnellino, siamo andati al parco, abbiamo preso un aperitivo vicino casa, cenato e ha sempre detto quando doveva farla. Non dice: "Mi scappa la pipì", ma dice: "Mamma, ho un po' di mal di pancia..." ma va benissimo! ;-)
Sono proprio contenta, si addormenta bene, dice lei quando vuole fare la nanna e si addormenta dopo pochi minuti che le sto raccontando una storia. Quella più in voga in questo momento è "La storia del draghino" o per meglio intenderci la storia di Dragon Trainer, un film di animazione paurosissimo che lei ha intravisto alla tv per poi innamorarsene...
Il mio nuovo lavoro va avanti, finalmente vedo che qualcosa succede, che qualcosa riesco a fare, che quel qualcosa comincia a piacermi, tanto!
La settimana è partita proprio bene, speriamo che continui così.



mercoledì 7 marzo 2012

Che settimana strana

Una settimana che è partita con un fulmine a ciel sereno, per trascinarmi verso ricordi felici ma anche tristissimi. L'attesa di un nuovo periodo, breve o lungo non si sa come sarà, ma anche l'inizio reale della mia nuova attività, il mio nuovo lavoro, le mie nuove scelte.
Dovrei essere felice, entusiasta. Lo sono, ma spesso muoio di paura, non dormo per colpa dell'ansia, mi sento inadeguata, incapace, stanca, triste, felice, eccitata, nervosa, sporca, polverosa, trascurata, dolorante, volenterosa...insomma, un sacco di cose, e tutte contemporaneamente.
Questo periodo strano è iniziato più o meno da quando ho deciso, presa dalla stanchezza di togliere il mio latte ad Anita.
E' stata dura, ma ho cavalcato l'onda di una mattinata di stanchezza dovuta ad una notte infernale dove mi  ha chiesto il latte almeno sette (7!!!!) volte.
Lei è bravissima, il giorno fatale è stato venerdì 17 Febbraio, nemmeno a farlo apposta, si è dimenata, ha pianto tanto quanto non lo aveva mai fatto, ma ultimamente si addormenta molto bene e passiamo delle notti più che decenti.
Il fatto è che mi sono sentita per almeno due settimane una madre di merda, che ha aspettato troppo tempo per fare questa scelta obbligata, che non potevo non fare, e che probabilmente questo periodo terribile se lo ricorderà per tutta la vita. Sono molto insicura vero? Beh, si vede e si legge, direi.
Stasera sono scoppiata a piangere perché ho fatto una lavatrice e i panni sono venuti tutti grigi. Non sono in fase premestruale, anzi, sono nel miglior momento del mese, appena passata la tempesta, con gli ormoni a posto.
Forse sarà il pensiero dei prossimi mesi, dei prossimi passi, delle scelte future...ma io me la sto facendo sotto dalla paura, accidenti!!!

ps. la settimana non è ancora finita...acc!!