domenica 27 febbraio 2011

L'estate sta arrivando

Alla fine abbiamo deciso, partiamo!
A Panama il clima è torrido, fa caldo, caldissimo e Anita non ha praticamente niente da mettersi, a parte stare nuda!
Quindi ieri, visto che compiva un anno e mezzo, siamo usciti per comprare sandaletti e qualche body.
Le scarpine le abbiamo trovate a pochissimo da un'amica che ci ha fatto vedere delle rimanenze di magazzino dell'anno scorso. Abbiamo comprato questee queste!!Non ce l'ho fatta, costavano solo 7 euro e mi ricordavano quando ero piccola!!!
Poi siamo andati a fare una passeggiata in centro, sono capitata davanti al mio negozio per bambini preferito: Bonpoint in piazza strozzi.
Una tragedia, non ho saputo resistere, ho comprato questo spendendo una cifra che non spenderei nemmeno per me!!!!
Ma sono contenta, non l'avevo mai fatto, è bellissimo!Poi oggi Anita ha deciso di vestirsi da femmina, da sola, urlando "aapiiiiiiiiiiiii" verso l'armadio, facendomi scorrere tutti i vestitini estivi dell'anno scorso, per scegliere alla fine una stupenda gonnellina che ci ha regalato Antonella, che non ha mai messo per colpa dell'estate che è finita prestissimo. Con mio grande piacere le sta ancora, è magra!!
Quindi ha passato il pomeriggio con la gonnellina e i sandali, che non riesco più a toglierle!
video

giovedì 24 febbraio 2011

E' un po' che non scrivo, sono giorni che mi sento un po' disillusa, su tutto.
Anche se ci sono delle cose bellissime che mi rasserenano le giornate per fortuna.
E' butto scoprire certi giudizi, nascosti sotto una bella faccia.
Ma torniamo a noi.
Anita è un disco rotto.
Da quando ha iniziato a dire "apri" lo dice per tutto: le porte (e fin qui è giusto), le creme (e anche qui ci ha preso!), le bottiglie dell'acqua e i cancellini, poi dice apri anche per farsi togliere le scarpe e i calzini, ma a me sembra straordinaria lo stesso!
Ora dice tante cose, ripete praticamente tutto, bisogna stare attenti.
Dice "haaldo" (caldo), "ole" (sole), mammia (mamma mia), "appe" (scarpe), "hehello" (pennarello). Quest'ultimo è ambitissimo, visto che non può giocarci sempre, si zozza completamente, li mangia e si dipinge la lingua di tutti i colori, sicuramente saranno tossicissimi!
Poi ci sono i nuovi giochi con Nina che è sempre più spaventata dalle pesanti carezze che le fa Anita la mattina appena sveglia!Uno dei suoi giochi preferiti è decisamente quello di mettersi le scarpe degli altri, le opzioni sono due: o sulle mani per camminare a quattro zampe (lo fa solo con le scarpe da bambina, con quelle degli adulti non ce la fa a gattonare) o direttamente ai suoi piedi, come stasera, con gli stivali nuovi di Niccolò!

lunedì 14 febbraio 2011

Carnevale in Maremma

Fine settimana dai nonni materni.
Bello, rilassante e sano.
Certo, se il tempo fosse stato più bello...
Se un nonno e una bisnonna non fossero stati presi in ostaggio dal terribile virus che si aggira nel centro Italia...
Se Anita avesse mangiato un po' di più (anche se ormai questo non è più un problema, siamo abituati)...
Se Anita si fosse svegliata almeno una mattina senza gridare "CACCAAAAAA" e rievocare eventi di qualche giorno fa...
Massuvvia, è andata benissimo!
La nonna Serenella ha addirittura comprato una mascherina e delle farfalline da mettere sulla testa, anche perché io da madre degenere non ho assolutamente pensato che è carnevale e che i bambini si travestono...non mi ricordavo nemmeno che esistesse il carnevale!Direi che le farfalline sono piaciute più a Niccolò!
Siamo andati in piazza e ci siamo fatti riempire di coriandoli! A proposito, non è che fanno male?
Guardate dove sono riusciti ad arrivare!!! E poi siamo riusciti a prendere qualche raggio di sole in spiaggia, Anita si è rotolata (realmente rotolata) nella sabbia, anche quella l'abbiamo trovata dovunque!Credo che sia più risolutivo dare fuoco al suo meraviglioso cappottino, non so come fare a togliere tutta la sabbia che è finita nelle maglie di lana!! Vediamo, l'ho appena lavato, se da asciutto continua a perdere sabbia non so proprio come fare!!

mercoledì 9 febbraio 2011

Ok, è odio aperto, Anita non sopporta più i bavaglini e considerato il modo "poco ordinato" in cui mangia la nostra lavatrice ci chiede umilmente una tregua, ma non è facile.
Trova mille modi per toglierlo, ma non sempre ci riesce, a volte rimane impigliata e si arrabbia tantissimo.
Appena ho tirato fuori la macchina fotografica da brava bambina narcisista ha fatto un bel sorriso, poi si è ricordata del maledetto bavaglino che la strizzava e ha ricominciato a lamentarsi! L'unico modo per tenerla sul seggiolone e farla mangiare un po' è liberarla e compromettere la possibilità di tenere addosso i vestiti dopo il pasto.Poi c'è una bella novità!!!
Il mio adorato Iphone è tornato a casa!!!
Incredibile l'assistenza Apple, sono venuti a prenderlo lunedì all'ora di pranzo (settimana scorsa) e il mercoledì alle 16 era già attaccato al mac!!!!!
Incredibile, l'hanno mandato in Olanda...
Nonostante la paura di farmi nuovamente gridare e piangere, Anita ha deciso di riappropriarsi del mio telefono. C'è un'applicazione che adora, la consiglio a tutti, è divertentissima, si chiama Talking Tom Cat.
Guardate com'è assorto il furetto!!

sabato 5 febbraio 2011

Un'ottima sveglia

Stamattina mi sono svegliata proprio male.
Intanto avevo dormito male, quindi difficile svegliarsi bene se si è dormito male, poi avevo ancora il caldo delle coperte addosso me lo sarei tenuto volentieri altri 10 minutini, mi sarei grufolata nel letto con piacere, ma Anita ha deciso che le scappava la cacca.
E' scesa da sola dal lettone, si è avviata in bagno, a preso il vasino, e poi sono dovuta intervenire, scendere faticosamente anche io dal letto, con gli occhi appiccicati, per toglierle il pigiama e il pannolino.
Fosse finita qui!
Ovviamente il momento cacca è molto, moolto importante, quindi ha il suo rituale.
Il rituale consiste nell'avere almeno 3 (tre, dico tre!!) libri da leggere e da sfogliare, con chiaramente qualcuno che li legge sti libri.
Beh, stamattina non ce la facevo proprio...nemmeno una coccolina, un bacino, subito "Il cane Vanni che proprio oggi compie gli anni", il puzzo di cacca e il lavaggio del vasino...come potevo iniziare meglio la giornata?
Quando la mattina si parte con la cacca poi c'è un'escalation di eccitazione, Anita si arrabbia con poco ed è agitatissima.
Quindi siamo uscite il prima possibile.
Volevo assolutamente andare alla manifestazione delle donne che c'era in Santa Croce e anche se sfornite di coperchi e mestoli siamo andate.
E' stato carino, certo, mi sarebbe piaciuto molto di più se ci fosse stata più gente, ma in questo paese già è un successo muovere qualcosa.Verso le 12,30 era tutto finito, anche se in piazza Santa Croce oltre ad esserci la fine del corteo della manifestazione c'era (e c'è ancora) la Festa del cioccolato e quindi c'era anche un ottimo motivo per restare lì...
Ma siamo tornati verso casa, abbiamo incontrato degli amici e ci siamo fermati a mangiare un cheeseburger, che è sempre un piacere.Vediamo cosa ci riserva la serata...